2 novembre, la tavola dei “morti”

 

La sera degli Ognissanti si imbandiva un banchetto

MINOLTA DIGITAL CAMERA

bandiera (1)Una tradizione molto remota è quella della “tavola dei morti”. In passato, la sera degli Ognissanti (vigilia della Commemorazione dei defunti) le famiglie monopolitane erano solite imbandire la tavola con i piatti preferiti dei propri avi. Ancor’oggi, però, c’è ancora chi mantiene viva quest’usanza.

Secondo le credenze popolari si racconta che, durante la notte, questi ultimi tornavano dall’oltretomba, attraversando un viaggio lungo e faticoso che li separa dal mondo dei vivi, e perciò avrebbero dovuto rifocillarsi.

L’indomani, pare che il cibo preparato per deliziare i propri defunti – come per magia – sparisse: alcuni anziani monopolitani, però, in merito raccontano che, avendo vissuto in povertà, da bambini approfittavano di questa tavola imbandita per fare furtivamente la cosiddetta “scorpacciata” nelle ore notturne.

TO BOOK A TOUR, click here: https://tomonopoli.wordpress.com/2015/03/17/book-a-tour-prenota-un-tour/


La riproduzione, anche parziale, è consentita previa citazione della fonte “To Monopoli” con il relativo URL www.tomonopoli.wordpress.com.

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale 4.0 Internazionale

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.